violenza di genere actionaid morethanproject

L’Associazione vorrebbe realizzare un mondo senza più povertà nel quale ogni persona possa vivere con dignità ed essere rappresentata all’interno dei processi decisionali che la riguardano.

I nostri pilastri

Nel 2018 ActionAid ha lanciato una strategia decennale che identifica tre aree principali di lavoro: Diritti, Redistribuzione e Resilienza.

la nostra strategia

Diritti

ActionAid lavora sulla violazione dei diritti umani per rafforzare e sostenere individui e gruppi, in particolare quelli emarginati e vulnerabili, perchè siano in grado di chiedere il rispetto dei propri diritti agli Stati e alle istituzioni che hanno la responsabilità primaria di rispettare, proteggere e promuovere i diritti umani e assicurare la giustizia sociale.

Anche se riteniamo che i diritti umani siano universali, indivisibili, interdipendenti e interconnessi, abbiamo identificato due priorità per i nostri interventi:

  • Diritto di vivere libere dalla violenza: l’integrità fisica e psicologica di donne e ragazze è un prerequisito per raggiungere l’uguaglianza di genere nel rispetto di tutti i diritti;
  • Diritto a una cittadinanza inclusiva: i migranti, i rifugiati e richiedenti asilo sono titolari di diritti economici, sociali e politici, indipendentemente dalla loro origine, dal reddito, dall’età o dal sesso.
la nostra strategia rispettare e proteggere i diritti umani
Mani con fagioli. Photcredit: Giovanni Aloisi

Redistribuzione

Nonostante il mondo disponga di risorse sufficienti per garantire a tutti una vita dignitosa, c’è un’estrema disuguaglianza nella distribuzione del potere e della ricchezza.

ActionAid implementa interventi, sia con comunità e che individui, per rendere la redistribuzione del potere economico e sociale più giusta ed equa. A questo proposito lavoriamo su:

  • Redistribuzione della ricchezza nazionale: Ridurre la povertà nazionale e l’emarginazione sociale;
  • Redistribuzione delle risorse del mondo: Costruire sistemi nazionali, europei e globali più inclusivi ed equi.
la nostra strategia Redistribuzione potere economico e sociale
Photo credit: Mauro Pennacchietti

Resilienza

La resilienza è un concetto multidimensionale che coinvolge aspetti sociali, ambientali, economici e politici. ActionAid si concentra sul potenziamento di individui e gruppi per reagire, affrontare e imparare dalle sfide attuali e future attraverso una partecipazione attiva e un migliore dialogo tra cittadini, attori privati e istituzioni.

ActionAid lavora su:

  • Partecipazione dei cittadini: Rafforzare la partecipazione dei cittadini ai processi decisionali e alla vita pubblica;
  • Accountability delle istituzioni e del settore privato: Migliorare responsabilità e trasparenza istituzionale nell’allocazione e nella gestione di fondi e risorse pubblici.

La nostra storia: momenti chiave

  1. 1989

    Nasce Azione Aiuto

    Azione Aiuto inaugura il suo ufficio a Milano. I primi interventi sono in Etiopia.

  2. 1995

    Più di 11.000 sostenitori

    Il numero di progetti continua a crescere e comprende India, Kenya, e altri sei paesi. Azione Aiuto raggiunge più di 11.000 sostenitori.

  3. 2000

    Azione Aiuto diventa un importante attore in Italia

    I sostenitori continuano a crescere e raggiungono 64.500 individui. Azione Aiuto diventa un importante attore in Italia.

  4. 2003

    ActionAid diventa una ONG

    Azione Aiuto è riconosciuta dal Ministero degli affari esteri come ONG e diventa ufficialmente ActionAid.

  5. 2004

    Apertura dell'ufficio di Roma

    Viene aperto un ufficio a Roma per rafforzare la cooperazione con le Nazioni Unite sul tema della sicurezza alimentare che è una priorità dell'organizzazione.

  6. 2009

    Terremoto a L'Aquila

    ActionAid è una tra le prime ONG ad intervenire nel post terremoto dell'Aquila.

  7. 2010

    Diritto al cibo

    ActionAid lancia su scala nazionale la campagna Operazione Fame per rispondere alla grande urgenza della lotta alla fame che coinvolge cittadini, governi, organizzazioni internazionali e imprese in difesa del diritto al cibo.

  8. 2011

    ActionAid inizia a lavorare in Italia

    La strategia "Italia, sveglia" è approvata. L'elemento distintivo è il focus sui progetti, in Italia, per rispondere alle crescenti diseguaglianze e povertà dopo la crisi economica del 2008.

  9. 2013

    17.000 firme per la campagna contro i biocarburanti

    I nostri sostenitori sono sempre più interessati a temi come il diritto al cibo e i diritti delle donne. La nostra campagna contro i biocarburanti raggiunge le 17.000 firme. Più di 3.000 persone mandano messaggi solidali a supporto delle donne afghane.

  10. 2016

    Nasce la Fondazione

    ActionAid sostiene la creazione della Fondazione Realizza il Cambiamento on l’obiettivo di promuovere i diritti, la mobilitazione e la sensibilizzazione dell'opinione pubblica, la promozione dell'accountability e rafforzare reti e partnership. La Fondazione diventa uno dei partner principali di ActionAid.

  11. 2017

    Agorà 2028

    La nuova strategia Agorà 2028 è composta da 3 pilastri: Diritti, Redistribuzione, e Resilienza Sociale e Politica. Essa si basa sull'idea che costruire una società più giusta ed eguale richieda un miglioramento della qualità della democrazia che parta dalla partecipazione dei cittadini.

  12. 2019

    15 milioni di persone in 45 paesi

    ActionAid continua a sostenere il lavoro della Federazione internazionale lavorando con più di 15 milioni di persone in 45 paesi per un mondo libero da povertà e ingiustizia.

Sei interessato/a ad una partnership con ActionAid?