Progetto

Progetto Chain

Unire la prevenzione delle mutilazioni genitali femminili (MGF) e dei matrimoni precoci e forzati (EFM) in Europa

Diritti delle donne
Violenza sulle donne migranti

Donatore

Commissione Europea-DG Giustizia e Consumatori

Stakeholders

Autorità pubbliche, Polizia, Assistenti sociali, Esperti protezione infanzia, Centri antiviolenza, Centri di accoglienza

Obiettivo del progetto

Miriamo a rafforzare la prevenzione, la protezione e il sostegno alle ragazze e alle donne che hanno subito o sono a rischio di mutilazioni genitali femminili (MGF) e dei matrimoni precoci e forzati (EFM).

Sintesi del progetto

Il progetto mira a rafforzare la prevenzione delle mutilazioni genitali femminili (MGF) e dei matrimoni precoci e forzati (EFM) attraverso la sensibilizzazione e il cambiamento del comportamento, fornendo protezione e supporto alle ragazze e alle donne sopravvissute/o a rischio di subire MGF ed EFM attraverso servizi competenti e culturalmente sensibili e dando voce alle preoccupazioni e ai bisogni della comunità a livello politico con azioni di advocacy. 

Analisi di contesto

Le mutilazioni genitali femminili (MGF) e i matrimoni precoci e forzati (EFM) sono gravi violazioni dei diritti umani commesse contro ragazze e donne. Le MGF e l’EFM rappresentano due forme di violenza di genere che promuovono la disuguaglianza di genere, controllano e limitano la sessualità femminile e violano i diritti sessuali e riproduttivi di ragazze e donne. Queste pratiche riguardano principalmente le bambine. Le MGF vengono solitamente praticate su bambine di età compresa tra 0 e 15 anni mentre l‘EFM colpisce principalmente le ragazze adolescenti. Entrambe le pratiche sono profondamente radicate nelle culture e tradizioni locali di molte società, in particolare nell’Africa subsahariana, nel Medio Oriente e nel sud-est asiatico. Nonostante la limitata disponibilità di dati a livello europeo, si stima che ci siano centinaia di migliaia di donne e ragazze sopravvissute a MGF e altre decine di migliaia a rischio di EFM, in particolare dove sono presenti notevoli comunità di diaspora e migranti.

Milano, Metropolitan City of Milan, Italy

Berlin, Germany

Madrid, Spain

Paris, France

Bruxelles, Belgium

Il progetto è realizzato principalmente in 5 Paesi europei: Germania, Francia, ItaliaSpagnaBelgio. In Italia, è realizzato nella città di Milano.

Periodo di implementazione

01/09/2020 - 31/08/2022

Destinatari

Diretti

  • 32 Community Trainer formati su MGF / EFM 
  • 768 professionisti  
  • 96 leader di comunità (leader religiosi / tradizionali, anziani della comunità) sensibilizzati su MGF / EFM 
  • 4000 membri della comunità raggiunti da attività di cambiamento del comportamento 

Indiretti

Comunità della diaspora e migranti  

Strategia di progetto

Attività

  • Corsi di formazione di Community Trainer
  • Corsi di formazione per professionisti 
  • Lavoro di networking con attori interessati al tema  
  • Sensibilizzazione dei leader della comunità 
  • Attività di empowerment comunitario 
  • Campagne di sensibilizzazione 
  • Incontri di advocacy e conferenze internazionali 

Outputs

  • 4 modelli di catena di intervento sviluppati per identificare e rispondere ai casi di ragazze a rischio 
  • 1 Manuale di formazione su matrimonio precoce e forzato 
  • 2 incontri di scambio della comunità europea 
  • 1 rete europea di tutti i Community Trainer
  • 1 campagna di sensibilizzazione adattata in quattro paesi 
  • 4 incontri bilaterali di advocacy 
  • 1 conferenza internazionale 

Risultati attesi

  • Conoscenza migliorata su MGF e matrimoni precoci e forzati (EFM) e sull’interconnessione tra le due pratiche  
  • Migliore cooperazione interdisciplinare e supporto più efficace offerto a ragazze e donne che hanno subito e/o sono a rischio di subire MGF ed EFM 
  • Cambiamento del comportamento della comunità praticante e sviluppo di norme sociali contro lMGF e l’EFM 

Links

Sei interessato/a ad una partnership su Diritti delle donne?