after project progetto
Progetto

AFTER contro MGF

Contro le Mutilazioni Genitali Femminili attraverso l’Empowerment

Diritti delle donne

Partner

ActionAid International Irlanda, ActionAid International Svezia, Fondazione Internazionale Simetrias, Respect for Change, Università di Castilla-La-Mancha

Donatore

Commissione Europea- DG Giustizia e Consumatori

Stakeholders

Istituzioni locali, Leader religiosi e comunitari, Servizi pubblici e privati

Obiettivo del progetto

Ridurre la pratica delle Mutilazioni Genitali Femminili (MGF) tra ragazze/donne migranti residenti in Europa aumentando la consapevolezza dei rischi di tale pratica nelle comunità interessate e tra i responsabili delle politiche locali in modo da garantire il sostegno appropriato alle vittime, o potenziali vittime, tramite servizi sociali e sanitari personalizzati

Analisi di contesto

Le mutilazioni genitali femminili (MGF) alimentano una profonda disuguaglianza tra i sessi e costituiscono una forma di discriminazione, violenza, violazione dei diritti alla vita, alla dignità e alla salute per molte donne e ragazze in tutto il mondo. L’Istituto Europeo per l’Uguaglianza di Genere segnala la MGF come un problema che riguarda sempre di più l’Europa a seguito dei flussi migratori. Il numero di donne e ragazze immigrate residenti in paesi europei è incrementato e di pari passo è aumentato il numero delle vittime di mutilazioni, avvenute nei paesi di origine o durante viaggi e spostamenti extra-continentali. La risposta europea a questa forma di violenza è stata principalmente il rafforzamento e l’adozione di legislazioni che criminalizzano la pratica. Tuttavia, i fatti dimostrano che è improbabile che tali leggi abbiano, da sole, un impatto significativo sull’incidenza di una pratica che viene percepita come elemento dell’identità culturale di una comunità. Si rende necessario, quindi, un maggiore impegno sulle strategie di prevenzione da compiere in collaborazione con le comunità in cui vengono praticate le MGF e coinvolgendo attori chiave come insegnanti, personale medico, assistenti sociali e coloro che vivono in contatto con bambini e famiglie a rischio.

Italy

Sweden

Ireland

Spain

Il progetto è stato realizzato in Italia, Irlanda, Spagna e Svezia.

Periodo di implementazione

01/03/2016 - 28/02/2018

Destinatari

Diretti

  • 50 campioni/esse del cambiamento sono sensibilizzati e pronti ad agire sul tema delle MGF
  • 26 partecipanti hanno seguito con successo la metodologia di “Reflection-Action”
  • 218 donne e ragazze e 105 uomini hanno seguito i percorsi di empowerment

Indiretti

  • 11 paesi sono coinvolti nei tour di testimonianza
  • 700 persone hanno partecipato agli eventi di proiezione del documentario
  • 20.000 persone hanno visto il documentario trasmesso in streaming sul canale di RTBF “la Trois”

Logica di intervento

Attività

  • Attività di sensibilizzazione ed empowerment 
  • Networking 

Outputs

  • 4 report sulla situazione e i bisogni dei paesi di intervento realizzati 
  • 30.000 factsheets “La tua salute, il tuo diritto” prodotti in 12 lingue
  • 4 campagne Twitter organizzate 
  • 1 rete di campioni/esse del cambiamento creata
  • 1 corso su Reflection-Action organizzato 
  • 22 percorsi di empowermenper donne / ragazze e per uomini organizzati
  • 1 documentario e 10 brevi video realizzati 
  • 23 eventi di screening organizzati
  • 6 tour di testimonianza realizzati

Risultati attesi

  • Donne, ragazze e membri di comunità di immigrati, soprattutto leader religiosi e comunitari, migliorano la propria comprensione dei rischi delle MGF
  • Viene rafforzata una rete di amministratori locali sensibili al tema delle MGF
  • Un’ampia fetta di opinione pubblica europea è sensibilizzata sul tema delle MGF 

Sei interessato/a ad una partnership sui Diritti delle donne?