migranti, rifugiati e richiedenti asilo
Progetto

This Must Be The Place – Integrazione migranti

Migrazione

Partner

Cooperativa Project Ahead, L.E.S.S. Onlus, Università Federico II di Napoli

Donatore

ActionAid

Stakeholders

Centri di accoglienza, Municipalità di Napoli, Scuole ed Università

Obiettivo del progetto

Promuovere l’integrazione di un gruppo di richiedenti asilo e rifugiati attraverso la creazione di relazioni con studenti universitari italiani e la promozione del diritto all’istruzione e all’abitazione di richiedenti asilo e rifugiati

Analisi di contesto

Tra il 2015 e il 2017, l’Italia, come altri paesi europei, è stata il punto di approdo di un grande flusso di rifugiati e migranti. Nonostante una significativa riduzione del numero di nuovi arrivi tra il 2018 e il 2019, il sistema di accoglienza italiano fatica a fornire una risposta adeguata. Inizialmente, i nuovi arrivati ​​sono stati collocati nei CAS (Centri di Accoglienza Straordinaria)  presso i quali spesso hanno trascorso mesi o anni in condizioni di accoglienza inadeguate. Solo una piccola percentuale di questi è stata successivamente trasferita in strutture di seconda accoglienza, gli SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati), con l’obiettivo di implementare progetti di accoglienza integrati attraverso percorsi di orientamento e formazione. Tuttavia, nel novembre 2018, è stato approvato un nuovo decreto sulla sicurezza che ha bloccato i diritti di asilo e ha rafforzato le misure di sicurezza, anche attraverso lo smantellamento degli SPRAR. Si prevede che questa situazione porrà ancora maggiori ostacoli all’integrazione dei rifugiati e dei richiedenti asilo, incluso un limitato accesso all’istruzione e alle opportunità di lavoro, alloggi inadeguati e spazi ristretti per la partecipazione alla vita sociale della comunità. A questo proposito, la città di Napoli è un esempio degli ostacoli che stanno affrontando i rifugiati e i richiedenti asilo.

Naples, NA, Italia

Il progetto è realizzato nella città di Napoli (Campania).

Periodo di implementazione

01/03/2018 - 31/07/2019

Destinatari

Diretti

  • 15 richiedenti asilo e rifugiati (uomini e donne) provenienti da paesi diversi
  • 15 studenti universitari italiani (uomini e donne)
  • 20 insegnanti e 4 dirigenti scolastici
  • 2 team di professori dell’Università Federico II e de L’Orientale di Napoli

Indiretti

  • Richiedenti asilo e rifugiati
  • Comunità locale

Logica di intervento

Attività

  • Percorsi di Reflection-Action
  • Attività di esplorazioni urbane
  • Co-progettazione
  • Networking sociale
  • Ricerca 

Outputs

  • Richiedenti asilo, rifugiati e studenti universitari italiani prendono parte ai cicli di Reflection-Action e alle attività di esplorazione urbana
  • Richiedenti asilo, rifugiati e studenti universitari creano un’opera d’arte che viene esposta al museo Madre
  • Sviluppo di proposte di progetto
  • Sviluppo del protocollo con scuole e università
  • Una ricerca condotta sulla situazione abitativa e soluzioni alternative

Risultati attesi

  • I rapporti sociali, di amicizia e il dialogo interculturale tra i giovani richiedenti asilo, rifugiati e italiani sono aumentati
  • L’accesso alle opportunità educative e abitative per i richiedenti asilo e i rifugiati è rafforzato
  • Le lezioni apprese per affrontare gli ostacoli dell’integrazione dei richiedenti asilo e rifugiati e la partecipazione attiva alla vita della comunità saranno identificati e diffusi

Sei interessato/a ad una partnership su Migrazione?