hate-speech

Uniti contro l’odio!

In risposta al drammatico aumento e alla pervasività dei discorsi e dei fenomeni d’odio e alla necessità di avere un’azione coordinata e più incisiva, il 14 Luglio 2020 è stata presentata la neonata Rete nazionale per il contrasto ai discorsi e fenomeni d’odio.

Molti gli enti che insieme a noi hanno deciso di partecipare a questo ambizioso progetto: due ong internazionali (Amnesty International Italia, COSPE Onlus); otto associazioni (ASGI-Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione, ARCI, Associazione Carta di Roma, Associazione Giulia Giornaliste, Lunaria, Pangea Onlus, Vox-Osservatorio italiano sui Diritti, Rete Lenford – Avvocatura per i diritti LGBTI); un movimento transnazionale (No Hate Speech Movement Italia); ricercatori e ricercatrici di otto università (Bicocca, Bologna, Firenze, Padova, Reading (UK), Statale Milano, Trento, Verona) e tre centri di ricerca (CNR Palermo; Centro per le scienze religiose e Centre for Information and Communication Technology della Fondazione Bruno Kessler); un centro studi (Cestudir Venezia); due osservatori (OSCAD-Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori, Osservatorio di Pavia); il Consiglio Nazionale Forense e la Commissione diritti fondamentali della Camera penale di Venezia. Infine, partecipa al confronto promosso dalla Rete anche l’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali.

La Rete si occuperà di: promuovere e sostenere azioni di advocacy e lobby; condurre attività di ricerca; condividere buone pratiche di narrazione corretta, accurata e alternativa; creare progetti ad hoc; promuovere e condividere percorsi educativi e formativi; sensibilizzare e mobilitare la società civile.

Per maggiori informazioni, potete leggere il comunicato stampa sul sito dell’Associazione Carta di Roma, tra i promotori dell’iniziativa: http://urly.it/3775b

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *